Come è fatta una cimice dei letti?

Come riconoscere una cimice dei letti

La cimice dei letti: qualche cenno su questo parassita

Le cimici da letto chiamate scientificamente ‘Cimicidae‘ sono insetti che appartengono all’ordine degli ‘Eterotteri’ e prediligono il sangue umano come principale nutrimento.

In caso di forti infestazioni, le cimici sono capaci di attaccare anche gli animali domestici.Le dimensioni di questi parassiti sono davvero minime tanto da non superare gli 8 mm di lunghezza da adulti.

Il loro corpo è simile a quello delle zecche e, alla pari di quest’altro tipo di parassiti, presentano il ventre gonfio se si sono appena nutrite, mentre appaiono piatte se sono a digiuno.

life cycle of the bed bug 0 - Come è fatta una cimice dei letti?I parassiti hanno sei zampe fornite di ottimi ancoraggi e buona mobilità e che consentono di muoversi abilmente verso il loro posto preferito, ossia gli oggetti adiacenti al letto.

Ma non sono solo i guanciali e i materassi ad essere i posti dove si annidano le cimici che amano rintanarsi anche dietro i quadri, sotto i battiscopa sollevati dal pavimento e nei sottoletti.

Le cimici sono lucifughe, ossia, tendono ad uscire dai loro nascondigli quando non sono avvertono rumore e non ci sono fonti di luce significativamente luminose.

Le cimici dei letti hanno una colorazione che tende al rossiccio quando sono a digiuno ma il loro colore cambia quando si sono nutrite di sangue e diventa molto più scuro.

Producono uova dal colore bianco e trasparente e sono capaci di nidificare in posti difficilissimi da individuare e da raggiungere con metodiche ‘casalinghe’.

Come e quando morde la cimice?

I pasti della cimice avvengono circa ogni 4/5 giorni ma la regola non è fissa. Come menzionato precedentemente, la cimice si nutre di sangue umano e talvolta di quello degli animali domestici.

Per compiere questa operazione utilizza il ‘rostro‘ un organo del suo corpo molto verosimigliante ad una siringa con ago con cui perfora la cute ed inietta una sostanza anestetizzante che è contenuta nelle ghiandole salivari dell’insetto.

Questa sostanza addormenta il punto dell’epidermide sul quale la cimice del letto intende agire e poi succhia tranquillamente il sangue per un tempo che varia dai 2 ai 3 minuti.

Quali sono le conseguenze del morso della cimice?

Molte volte le ignare vittime non si accorgono neanche di questo ‘ prelievo’ ma le persone che soffrono di patologie allergiche sono a rischio, perché con questa inopportuna puntura potrebbero avere effetti non proprio piacevoli come infiammazioni e rossori della cute ma anche asma o malesseri generali non facilmente diagnosticabili.

Sfortunatamente per l’uomo, i parassiti potrebbero essere portatori di patologie acquistate durante le loro precedenti punture su altri soggetti.