Vai al contenuto

Derattizzazione Venezia e Provincia

Derattizzazione Venezia e Provincia, servizi di disinfestazione professionali

Il nostro team di professionisti per derattizzazione Venezia effettua periodicamente interventi sia preventive che per arginare gravi problemi di infestazione di topi. Essendo Venezia una laguna, topi e ratti sono frequentatori assidui della città.

La presenza di rifugi confortevoli (reti fognarie e viadotti) e la grande disponibilità di cibo (riserve alimentari introdotte dai milioni di turisti che ogni anno visitano Venezia) hanno fatto sì che il numero dei roditori aumentasse notevolmente.

Ad oggi Venezia è una delle città storiche più prese di mira da ratti e topi. Come far fronte all‘emergenza topi a Venezia? Contattaci per un preventivo ed un sopralluogo gratuiti.

I nostri tecnici provvederanno a ricontattarti a breve per darti tutte le soluzioni possibili. Di seguito ti forniamo qualche indicazione riguardo la derattizzazione di topi e ratti a Venezia. 

Derattizzazione Venezia

Derattizzazione Venezia

Disinfestazione topi: quali sono le specie di roditori più comuni?

Innanzitutto facciamo chiarezza sulla grande varietà di specie facenti parte della grande famiglia dei roditori. Specialmente a Venezia sono tre le specie più frequenti: topi, ratti dei tetti e ratti delle chiaviche.

Il primo (Mus domesticus) non è altro che il topolino di campagna responsabile del consumo delle riserve alimentari, soprattutto delle graminacee. Lo troviamo anche in città perché si intrufola nelle case alla ricerca di cibo e di calore, rimane sempre ad un’altitudine inferiore ai 10 metri. Anche se preferisce cibarsi di sostanze vegetali rosicchia tutto quello che trova. Ha sviluppato una notevole resistenza ai veleni e ai prodotti rodenticidi che si trovano in commercio, è quindi difficile eliminare il topo in casa con metodi “fai da te”.

Il secondo, il Rattus rattus, chiamato il ratto dei tetti perché abile arrampicatore, popola spesso le chiome degli alberi e i piani alti delle abitazioni. Benché sia onnivoro preferisce una dieta a base di vegetali e può rimanere senza acqua per molto tempo. Si muove soprattutto durante la notte.

Infine il Rattus norvegicus, conosciuto anche con il nome ratto delle chiaviche o ratto delle fogne, è più tozzo e robusto degli altri due ma nello stesso tempo si muove agilmente sulle abitazioni o in riva ai fiumi, sa saltare e nuotare sia in superficie che in apnea. Questa specie di ratto può erodere materiali molto duri, addirittura creare gallerie nel cemento, causa spesso problemi molto gravi alle strutture.

Derattizzazione Venezia e Provincia – differenza tra ratto e topo

Rattus norvegicus, conosciuto anche con il nome ratto delle chiaviche o ratto delle fogne, è più tozzo e robusto degli altri due ma nello stesso tempo si muove agilmente sulle abitazioni o in riva ai fiumi

Rattus norvegicus, conosciuto anche con il nome ratto delle chiaviche o ratto delle fogne, è più tozzo e robusto degli altri due ma nello stesso tempo si muove agilmente sulle abitazioni o in riva ai fiumi

Abbiamo già visto che esistono sia topi che ratti e che, anche se molto simili per alcune caratteristiche abbastanza evidenti, in realtà non sono proprio identici.

Approfondiamo l’argomento.

Le specie di topo e di ratto dannosi per le case ma anche per le aziende (non solo per Venezia, ma per tutto il mondo), a causa della loro capacità di adattamento a qualsiasi tipo di ambiente, quindi anche a quello umano, sono tre:

  • il ratto grigio
  • il ratto nero
  • il topolino

I topolini (o più comunemente chiamati “topolini domestici”) oltre ad essere quelli più diffusi e quindi quelli che creano più danni, contano varie sottospecie in diverse parti del mondo, ritenute specie separate, ma praticamente indistinguibili fra loro.

Al di là delle differenze di dimensioni e abitudini, ciò che accomuna in modo evidente ratti e topi sono la coppia di incisivi nella mascella superiore, le gambe corte e la coda lunga. I topi si distinguono dai ratti perché sono di dimensioni più piccole; il topo adulto si distingue dal ratto per le orecchie più grandi e la coda più lunga de corpo, mentre i ratto giovane presenta la testa più grande rispetto al corpo e le zampe anche sono sproporzionate.

Che aspetto hanno i ratti?

Che aspetto hanno i ratti?

Il ratto grigio, il ratto di fogna e la pantegana si distinguono dal ratto nero e dal ratto dei tetti (Rattus rattus) poiché le dimensioni del corpo sono più grosse, il muso meno appuntito, le orecchie più piccole e la coda più corta del corpo; mentre il colore non è da tenere in considerazione per distinguere ratti e topi, gli escrementi lo sono in quanto quelli dei ratti raggiungono circa la lunghezza di 20 mm, mentre gli escrementi dei topi sono più piccoli, circa 3/6 mm.

Derattizzazione Venezia e Provincia: che aspetto hanno i topi?

Partiamo subito col dire che sarà difficile – per chi non ha un occhio esperto -, distinguere questi animali, ma proviamo comunque a darvi qualche suggerimento:

  • ad esempio, un topo adulto lo si può distinguere da un giovane ratto dalle orecchie più grandi e e dalla coda più lunga del corpo
  • un giovane ratto invece ha testa e piedi più grandi rispetto al corpo, al contrario del topo
  • infine, il colore dei topi è tra il grigio chiaro o il marrone con una tonalità più leggera sulla pancia

Che aspetto hanno i ratti?

Il ratto grigio: il corpo più spesso, la coda più corta rispetto alla lunghezza del corpo, il colore più pallido sotto la coda, orecchie piccole e pelose, il naso smussato

Il ratto nero: ha il corpo sottile, orecchie grandi e sottili, il naso appuntito, la coda più lunga rispetto al corpo, il naso smussato

Derattizzazione Venezia e Provincia: cosa mangiano ratti e topi

Come intervenire con una giusta derattizzazione di topi e ratti

Come intervenire con una giusta derattizzazione di topi e ratti

Per intervenire con una giusta derattizzazione di topi e ratti o per evitare che questi possano intrufolarsi, è bene conoscerne anche le abitudini alimentari; questo ci agevolerà a capire dove possono nascondersi o ad evitare che vengano attirati dal cibo.

Il ratto grigio: preferisce i cereali, tende a cercare il cibo negli stessi luoghi e beve circa 60 ml di acqua al giorno;

Il ratto nero: preferisce frutta umida, tende a non mangiare nello stesso luogo rendendosi più difficile da tenere sotto controllo, beve circa 30 ml di acqua al giorno;

Il topo: anche lui preferisce i cereali, tende a cercare cibo negli stessi luoghi, beve circa 3 ml di acqua ma non è indispensabile

Capacità sensoriali e fisiche di ratti e topi: scopriamo i loro punti di forza

Ma com’è possibile che la presenza di questi animali sia così diffusa in tutto il mondo? Sicuramente grazie alla loro capacità di adattamento ed evoluzione che gli hanno permesso di sopravvivere a qualsiasi tipo di ambiente e temperatura; lo dimostra il fatto che intorno alla metà del 1700 questa specie abbandonò l’oriente e riuscì ad espandersi in tutta Europa attraverso migrazioni e trasporti, colonizzando molte aree anche in Italia.

Andiamo a vedere appunto, quali sono i punti di forza dei ratti e come riescono a sopravvivere anche a delle situazioni “scomode”:

  • le abitudini alimentari onnivore

    Il ratto ha i sensi molto sviluppati che gli permettono di adattarsi a qualsiasi situazione

    Il ratto ha i sensi molto sviluppati che gli permettono di adattarsi a qualsiasi situazione

  • un forte senso di adattamento
  • le buone capacità sensoriali 
  • il Tatto: è molto acuto, i baffi sensibili sono di grande aiuto durante le esplorazioni notturne in quanto inviano segnali di qualsiasi oggetto con il quale entrano in contatto 
  • la Vista: i colori vengono captati in una scala di grigi, ha una profondità del campo visivo di circa 10 metri e garantisce una visione notturna specializzata 
  • l’Olfatto: la caratteristica principale è l’utilità all’orientamento, ed essendo molto sviluppato contribuisce anche a far riconoscere i membri della famiglia rispetto ad un individuo estraneo ed è uno strumento utile per la comunicazione per l’attrazione sessuale
  • il Gusto: è talmente accentuato che riesce a percepire e rifiutare addirittura piccolissime quantità di molecole attive in un’esca depositata contenente 2 mg/kg di estrogeno che viene utilizzato come 10 chemiosterilante, nonché rendersi conto della qualità alimentare che gli si presenta
  • l’Udito: è una delle capacità sensoriali più sviluppate in quanto è estremamente sensibile a rumori molesti e sconosciuti. Riconosce segnali ultrasuoni fino a 100 kHz emessi anche da altri individui. Inoltre viene utilizzato come “radar” per comunicare con gli altri membri del gruppo e per superare determinati ostacoli. 

Come capire se c’è la presenza di un topo in casa

In foto viene evidenziato un ratto che mangia dei fili elettrici

In foto viene evidenziato un ratto che mangia dei fili elettrici

Per capire se abbiamo la compagnia di un topo o un ratto dobbiamo avere degli accorgimenti utili per sapere cosa fare e soprattutto per tutelare la nostra salute e quella di chi ci sta accanto, ma la presenza dei roditori non la troviamo solo all’interno delle abitazioni, spesso si intrufolano nelle aziende alimentari per ovvi motivi, il problema però, non è solo legato al cibo, purtroppo i topi tendono a mordicchiare anche i fili elettrici, aumentando così il disagio causato.

Per questo è fondamentale capire se c’è la presenza o meno di un topo.

Di solito ciò che deve allarmarci è sicuramente la presenza di escrementi che possono essere visibili in qualsiasi stanza, ma soprattutto nei ripiani contenenti cibo dove potremmo trovare pacchi di pasta, farina ecc. con dei piccoli fori perché vuol dire che molto probabilmente sono stati rosicchiati. Per questo una derattizzazione tempestiva è davvero molto importante.

Come prevenire la presenza di topi e ratti Venezia

Per quanto possa essere complicato prevenire la presenza dei roditori all’interno dei nostri ambienti, possiamo comunque provare a prendere dei provvedimenti come per esempio pulire e igienizzare periodicamente cucina, dispense, cantine, taverne e garage. E’ utile tenere ben chiusi i contenitori dell’immondizia, eliminare ogni eccesso di cibo presente nelle ciotole degli animali domestici, ecc. Insomma, tutto quello che può essere utile a non attirare questi ed altri animali.

Naturalmente questi accorgimenti a volte non sono sufficienti, perché comunque i topi sono animali in grado di arrampicarsi all’interno dei tubi ed infilarsi nei posti più piccoli

Disinfestazione ratti e danni causati alla salute dell’uomo

Pulire e igienizzare periodicamente cucina, dispense, cantine, taverne e garage aiuta la prevenzione contro i topi

Pulire e igienizzare periodicamente cucina, dispense, cantine, taverne e garage aiuta la prevenzione contro i topi

I topi e i ratti sono onnivori per cui la loro presenza ha un rilevante impatto economico in quanto in breve tempo possono ridurre e contaminare una vasta quantità di riserve alimentari di ogni genere. Inoltre la presenza di roditori è legata allo sviluppo delle più comuni malattie infettive quali:

  • La salmonella
  • Febbre tifoidea
  • La malattia di Weil
  • La meningite linfocitaria
  • Tifo
  • Febbre da morso di ratto
  • Antavirus
  • Tenia del ratto

I danni causati dai topi dunque, sono di natura sia economica che salutare, mettendo a rischio intere colture, danneggiando terreni agricoli e produzioni e mettendo in serio pericolo persone ed altre specie di animali.

Contattare una ditta disinfestazione topi per un intervento sicuro

Contattare una ditta disinfestazione topi per un intervento sicuro

Interventi di derattizzazione Venezia e provincia

Allontanare i ratti dalle aree urbane risulta essere una necessità impellente. Esistono diversi metodi per raggiungere questo obiettivo, ci si può servire di esche avvelenate, trappole installate nei punti di maggior passaggio, barriere meccaniche ed ultrasuoni contro i topi. Uno degli ultimi ritrovati nel campo della derattizzazione a Venezia usato dalla nostra azienda, sono le ecobox: dei mezzi di monitoraggio e cattura multipla di roditori, usati nel settore delle derattizzazioni ecologiche.

Non dimentichiamoci che come tutti gli altri esseri viventi, anche i topi si riproducono! Dobbiamo assolutamente evitare che questo accada, altrimenti ci troveremmo davanti ad un problema ancora più grande. I topi raggiungono una maturità sessuale più precoce rispetto ai ratti e producono cucciolate anche più grandi e con maggiore frequenza. I cuccioli di entrambi i roditori sono: ciechi, senza peli e dipendono completamente dalla madre per l’alimentazione e la protezione.

 

Email
Chiama