Vai al contenuto
Disinfestazione Mosche Venezia

Disinfestazione Mosche Venezia

    Il periodo migliore per effettuare una disinfestazione di mosche va da marzo a settembre e nonostante questo, è fortemente consigliato effettuare questa operazione anche nei mesi invernali, quando le mosche depongono le uova pronte a schiudersi nei mesi estivi.

    Le Mosche sono tra gli insetti infestanti più fastidiosi

    Le Mosche spesso entrano in contatto con il cibo e possono così arrivare a trasmetterci alcune malattie, per questo dobbiamo evitare ad ogni costo che riescano a deporre le uova e ciò che glielo

    Disinfestazione Mosche Venezia

    Disinfestazione Mosche Venezia

    rende più facile è trovare del materiale in decomposizione come avanzi di cibo lasciati per qualche giorno all’aria.

    In condizioni ottimali vive come adulto circa 15/20 giorni e in questo periodo può arrivare a deporre fino a 1000 uova.

    Trattandosi di una mosca domestica, tende a rimanere nella casa in cui è nata: di giorno vola in cerca di cibo e la sera riposa sulle pareti.

    Sono insetti che entrano in contrasto con una situazione igienica ottimale, per questo dobbiamo riuscire a mandarle via prima che si crei una vera e propria infestazione.

    Disinfestazione Mosche Venezia: perché è importante eliminare le Mosche

    Durante il periodo estivo, mosche e moscerini vengono attratti dal cibo, dalle bevande in fermentazioni e quelle dolci, e così spesso ci ritroviamo questi ospiti indesiderati in casa.

    La loro riproduzione invece, avviene nell’immondizia, nelle bottiglie vuote o negli sgorghi. Se rimangono all’interno delle case riescono a sopravvivere, ed è proprio in questo periodo che risulta più difficile cacciarle.

    Allontanare o eliminare le mosche dalle nostre case è necessario per evitare di entrare in contatto con agenti patogeni

    Allontanare o eliminare le mosche dalle nostre case è necessario per evitare di entrare in contatto con agenti patogeni

    Allontanare o eliminare le mosche dalle nostre case, però, è necessario per evitare di entrare in contatto con agenti patogeni che possono essere trasportati sia esternamente (ossia per azione meccanica dovuta al contatto con del materiale infetto), sia attraverso le feci da loro prodotte.

    Tra gli agenti patogeni trasmessi dalle mosche troviamo:

    • Salmonellosi
    • Tifo
    • Colera
    • Vermi intestinali

    E’ quindi importante riuscire a non farle entrare in casa o cacciarle se sono già presenti.

    Disinfestazione Mosche Venezia. Alcuni rimedi naturali per evitare un’infestazione di Mosche

    Come appena anticipato, la cosa fondamentale è evitare che le mosche “soggiornino” per lunghi periodi nelle nostre case, ecco quindi alcuni accorgimenti da poter adottare per far sì che questo non avvenga:

    1. Installare delle zanzariere è la soluzione perfetta per evitare che non solo le mosche, ma anche vespe, cimici, zanzare e altri insetti fastidiosi possano entrare in casa, evitando così il problema dal principio e facendo attenzione ovviamente che non si rompano e intervenendo all’istante qualora dovesse accadere.

      Installare delle zanzariere è la soluzione perfetta per evitare che le mosche e altri insetti fastidiosi possano entrare in casa

      Installare delle zanzariere è la soluzione perfetta per evitare che le mosche e altri insetti fastidiosi possano entrare in casa

    2. Evitare di lasciare il cibo in casa: le mosche sono attratte dagli scarti del cibo, da frutta, verdura e patate, quindi copriamo tutto per bene e mettiamo il cibo in frigo; riponiamo gli avanzi negli appositi contenitori ben sigillati e liberiamoci in fretta della spazzatura. E’ bene lavare spesso il coperchio del secchio dell’immondizia.
    3. Massima pulizia: una casa pulita aiuta ad evitare che le mosche entrino, pulire bene il piano cottura eliminando residui di cibo e odori fa sì che l’ambiente sia meno accogliente per le mosche e quindi che vengano attirate meno. Ricordiamoci che le mosche depongono le uova in luoghi in cui le larve possono iniziare da subito a nutrirsi, quindi evitiamo depositi di acqua stagnante e bottiglie vuote.
    4. Utilizzare un repellente naturale per una migliore pulizia della cucina facilita l’allontanamento delle mosche. Mettere a macerare in un barattolo di aceto alcune foglie di menta per una settimana. Successivamente togliere le foglie, diluire il tutto con un po’ di acqua e spostare il liquido in uno spruzzino. Le mosche odiano particolarmente l’odore di menta, ma anche di citronella, di basilico, della lavanda e del pepe nero. Proprio quest’ultimo si può posizionare sui davanzali delle finestre, possibilmente tritato in maniera grossolana per far sprigionare meglio l’aroma e messo in alcune ciotole.
    5. Carta moschicida: potete utilizzare quella che trovate in commercio oppure crearne una voi utilizzando una striscia di carta con una spennellata di acqua, aceto di mele, pepe nero macinato e zucchero. In questo modo sarete facilitati nella cattura delle mosche in casa.
    6. Intrappolarle in un barattolo di vetro pieno fino a metà di aceto aceto di mele, un po’ di sapone liquido e il resto di acqua. L’aceto di mele ha la capacità di attirare le mosche e quindi di riuscire a farle cadere nella vostra trappola.
    7. Utilizzare acqua e sapone mettendone in un contenitore spray e spruzzandolo direttamente contro la mosca.
    8. Essenza di basilico e piante aromatiche: l’odore dell’olio essenziale di basilico non è affatto gradito dalle mosche, possiamo quindi utilizzare dei normali diffusori di essenze o utilizzarlo nei fiori secchi di lavanda e granelli di pepe nero. Possiamo utilizzare anche direttamente delle piante di basilico, entrambe le soluzioni da sistemare sui davanzali delle finestre così da impedire alle mosche di entrare. Altre erbe aromatiche o piante che risultano sgradite da questi insetti sono i semi di garofano, verbena, lavanda, ruta e  citronella.
    9. Paletta acchiappamosche: oltre alle classiche palette, oggi esistono anche quelle elettriche, simili ad una racchetta da tennis, possono essere un altro valido rimedio contro le mosche.

    Ovviamente parliamo di una o pochissime mosche, se cominciano ad essere troppe sarà necessario rivolgersi ad una ditta di Disinfestazione Venezia che provvederà ad eliminare il problema in modo sicuro e professionale.

    Come opera la nostra azienda?

    Ci sono varie fasi in cui intervenire per eliminare le mosche e i nostri programmi mirano ad eliminarle sia in fase larvale che in fase adulta, utilizzando dei pannelli e dei rulli collanti non tossici; l’utilizzo di trappole di cattura biologiche che abbinano un bassissimo impatto ambientale ad un’efficace risultato in termini di eliminazione delle mosche. Si tratta di esche alimentari che attirano le mosche al loro interno senza più farle uscire.

    Ci sono varie fasi in cui intervenire per eliminare le mosche e i nostri programmi mirano ad eliminarle sia in fase larvale che in fase adulta

    Ci sono varie fasi in cui intervenire per eliminare le mosche e i nostri programmi mirano ad eliminarle sia in fase larvale che in fase adulta

    C’è poi la disinfestazione larvicida, che elimina le forme larvali che possono svilupparsi all’interno di forme organiche in decomposizione; la disinfestazione adulticida invece, elimina le mosche adulte sia all’interno che all’esterno degli stabilimenti utilizzando insetticidi nebulizzati nell’aria. Questo tipo di disinfestazione può essere utilizzata anche nelle aree verdi urbane.

    Pannello cromotropico: un pannello di plastica che sfrutta il loro colore per attirare insetti volanti e consente l’applicazione di insetticida sulla propria superficie salvaguardando le specie no-target.

    Flybox, non richiede l’utilizzo di elettricità ed è ottima da installare nelle aree interne ed esterne, soprattutto in prossimità di zone di raccolta dei rifiuti.

    Infine vengono utilizzate le esche a base di sostanze attrattive in granuli o polvere idrosolubile che attraggono le mosche le eliminano all’istante.

    Email
    Chiama